21 aprile al Teatro Rossini, all’interno della Settimana della Cultura promossa dal Mibac ha debuttato la nuova produzione dei  Teatri della Resistenza.

Quid est Gladium?
di e con Dario Focardi
e Davide Giromini
collaborazione artistica di Paolo Giommarelli
musiche originali composte da Davide Giromini
disegno tecnico Nicola Savazzi

Un uomo che si veste in scena.
Sulla sua destra, un carillon.
Una musica nell’ombra e lui, parla:
“A me i carillon son sempre piaciuti parecchio.”

Quid est Gladium? Storicamente Gladio è stata una delle strutture segrete che agivano in Italia all’interno della più vasta operazione guidata dalla NATO denominata Stay Behind (letteralmente stare dietro). A Gladio si possono attribuire azioni di disturbo, sabotaggio e terrorismo  nei confronti delle strutture democratiche della Repubblica Italiana.
Quid est Gladium? Il simbolo usato per contraddistinguere i reparti di questa struttura segreta era il Gladio, la spada corta che era in dotazione alle milizie dell’impero romano e che durante la Guerra di Resistenza era cucito sulle divise della X Flottiglia MAS del Comandante di Vascello Junio Valerio Borghese. Il Principe Nero, il mancato golpista dell’Immacolata del 1970. Trame che si intrecciano, personaggi e simboli che ritornano.
Quid est Gladium? Un silenzio calato, un sipario chiuso, una fine senza annunci, l’emblema dell’effimero, un ectoplasma che vaga costantemente su di noi; ma anche dentro. Gladio è per me è come un parassita che ospitiamo istituzionalmente, un cancro della nostra democrazia.
Quid est Gladium? Come è fatto un gladiatore? Come vive un gladiatore?  Uomini tra gli uomini, dispersi in mezzo alla folla. Legati tra loroi da simboli e riti. Una setta senza costumi appariscenti.
Quid est Gladium? La storia di una serie infinita di depistaggi. La storia di questo paesone senza logica chiamato Italia.
Quid est Gladium?
Un uomo che si veste in scena, come d’abitudine.
Sulla sua destra, un carillon.
Intorno, una musica nell’ombra
“A me i carillon son sempre piaciuti parecchio”base della creazione e della vita, attraverso l’utilizzo di segni e oggetti che fanno parte di uno scenario da coatta ripetizione fideistica.

 

 

Biglietti da 10 a 15 euro in vendita tutte le sere di spettacolo a partire dalle ore 20, on line su www.greenticket.it
Solo la sera del 21 aprile BIGLIETTO SETTIMANA DELLA CULTURA a 5 euro