Monthly Archives

Dicembre 2015

Uncategorized

sabato 6 febbraio arrivano gli zombie di Elvira Frosini e Daniele Timpano

sabato 6 febbraio ore 21.00 a La Città del Teatro

ZOMBITUDINE

di Elvira Frosini e Daniele Timpano

testo, regia, interpretazione Elvira Frosini e Daniele Timpano

scene e costumi Alessandra Muschella

ideazione e realizzazione luci Marco Fumarola, Daniele Passeri e Matteo Selis

aiuto regia Francesca Blancato

assistenza scene e costumi Daniela De Blasio

ideazione e regia teaser video Emiliano Martina, Alessio Rizzitiello

disegni Valentina Pastorino

Una produzione Amnesia Vivace e Kataklisma

Un uomo e una donna, rifugiati in un teatro insieme al pubblico, attendono l’arrivo di qualcuno, di qualcosa: un nuovo inizio? La morte? Un cambiamento?

Non si sa se bello o brutto, ma un evento sta arrivando. O forse arrivano gli Zombi.

Tra le regole per sopravvivere all’apocalisse Zombi, citiamo:

Regola n. 13 – Cimiteri e teatri sono i luoghi migliori per

nascondersi, essendo vuoti e pieni di morti (morti-morti, i morti veri).

Anche i tetti sono abbastanza sicuri ma ormai siete a teatro.

Buono spettacolo!

Zombitudine, ovvero la condizione umana dei giorni d’oggi. Una storia di impotenza, l’impotenza di non essere mai in grado di prendere una posizione, ma anche il sentimento di scelta del lassismo. Davanti alla scelta, al prendere posizione, ci sentiamo sempre grandi e guerrieri, eppure spesso non facciamo che lasciarci cullare dall’incapacità di decidere. Zombitudine descrive e parla al pubblico dello stato di umanità, sottolineando con leggera ironia una condizione estremamente attuale. La tematica seria di cui si fa carico lo spettacolo non toglie spazio alla leggerezza e anche alla comicità. Dando vita a un paradosso per il quale si ride delle disgrazie, a spettacolo finito è ancora più evidente nel pubblico la necessità di una riflessione individuale sulle tematiche affrontate.

La drammaturgia, scritta a quattro mani da Frosini e Timpano, rappresenta un ciclo vitale. Un cerchio che si apre e si chiude al medesimo punto, passando dall’analisi sociologica in cui l’omuncolo contemporaneo si dibatte, ma analizzando anche la responsabilità che l’individuo ha nei confronti della “futura umanità”. Il mondo in cui non ci riconosciamo, ma di cui comunque facciamo parte.

Biglietti intero 15 € – ridotto 13 € – studenti/inoccupati 10 €

prevendita corcuito boxoffice, presso il teatro e on line su boxol
www.lacittadelteatro.it; www.zombitudine.it; www.frosinitimpano.it
https://www.facebook.com/events/801721589954920/

Uncategorized

“QUESTO E’ IL MIO NOME: FRANK SINATRA” di e con Paolo Bianca 13 febbraio 2016

“QUESTO E’ IL MIO NOME: FRANK SINATRA”

Lo spettacolo si terrà SABATO 13 FEBBRAIO 2016 presso la Sala Grande del Teatro “lacittàdelteatro” di CASCINA e vedrà in scena Paolo Bianca interpretare Frank Sinatra, una delle icone musicali più importanti di tutti i tempi all’interno del Teatro Storico “The Sands” di Las Vegas.

Durante il racconto della sua storia verranno interpretati dal vivo molti dei successi di Frank Sinatra: dalla bellissima “I’ve got you under my skin”, alla suggestiva “New York New York”, per poi passare alla toccante “My Way”, brano che racchiude l’obbiettivo di Vita di Frank: “vivere secondo le proprie regole”.

I Costumi accurati e la Scenografia porteranno lo spettatore a “vivere“ la vita di Sinatra. Grazie alla Tecnologia, sarà possibile ascoltare le raccomandazioni della Madre, i Consigli dei Direttori d’Orchestra, le lamentele dei Giornalisti e molti altri personaggi significativi per Sinatra.

Paolo riuscirà inoltre a duettare con il grande The Voice.

Sul palco sarà presente il Corpo di Ballo dell’Associazione Culturale Bohemians Pontedera: sette ballerine che daranno vita ad uno Show tipico del Crooner degli anni 50-70.

100 minuti di Swing, per i 100 anni dalla nascita di The Voice!

Lo spettacolo è in collaborazione col Comune di Cascina che ringrazio per il grande sostegno e supporto.

Ringrazio anche il teatro che Ospiterà l’evento “lacittàdelteatro” di Cascina

Il Costo dello spettacolo è di 13,5 € inclusa la prevendita ed è possibile già acquistare il biglietto presso la Biglietteria del Teatro “lacittàdelteatro” in Via Tosco Romagnola, 656. CASCINA (PI)

Dal Lunedì al Venerdì dalle 10:30 alle 12:30 e Mercoledì e Venerdì anche dalle 17:00 alle 19:00

Sito web dello spettacolo con altre info : www.paolobianca.it

Scritto da Paolo Bianca

Regia e Luci Paolo Bianca

Adattamento Testo Alessandra Dejacom

Scenografie Luigi Bianca – Giuseppe Valerio – Tappezzeria Castagna

Coreografie Silvia Pepoli

Costumi Ornella Cantini

Cast

Frank Sinatra         Paolo Bianca

Corpo di Ballo    Ass. Culturale Bohemians Pontedera

                         Ornella Cantini – Anita Formichi – Antinea Liucci – Giulia Pasqualetto – Elodie Renault – Ylenia Foschetti – Donatella Pignataro

INFORMAZIONI SU PAOLO BIANCA

Paolo Bianca, Ingegnere Aerospaziale, cantante/attore e doppiatore.

Nel 2015/2016 interpreta il Principe Hans nel musical “Frozen Il castello di Ghiaccio” con la Regia di Eleonora di Miele e Luca Ferrante ed è Harold Zidler nel Musical “Moulin Rouge” della Compagnia Il Miglio.

Interpreta Frollo in “Parigi sotto le stelle” della Compagnia Bohemians, in scena alle 11 Lune di Peccioli.

Nel 2014 è doppiatore nelle serie televisive “I misteri di Murdoch” su Rai Tre e “Resurrection” su Rai Due, con la direzione di Francesco Venditti (Figlio di Antonello Venditti) e ha frequentato il Corso Avanzato di Doppiaggio con il Maestro Roberto Chevalier (Voce Tom Hanks/Tom Cruise).

Sempre nello stesso anno è Spoletta in “Tosca Musical” della Compagnia Bohemians Pontedera.

Nel 2012/2013 frequenta l’Accademia di Doppiaggio di Roma con i Maestri Roberto Pedicini (Voce di Jim Carry) e Christian Iansante (Voce di Bradley Cooper) .

Per le stagioni 2010/2011 e 2011/2012 ha fatto parte del Cast dell’Opera Musicale “La Divina Commedia” di Mons. Frisina con debutto e chiusura del Tour Italiano all’Arena di Verona e Tour Estero.

E’ stato protagonista come cantante ne I Ragazzi dell’Arcobaleno della Trasmissione di Rai Uno “Domenica In 7 Giorni” per la stagione 2009/2010 scelto da Pippo Baudo.  Nel 2008 ha interpretato il ruolo di Frollo nell’Opera Popolare “Notre Dame de Paris” di Cocciante. Ha lavorato per Rai Uno nel programma “Domenica In” con Mara Venier nell’anno 2002/2003, interpretando anche una delle due nipotine di Fantozzi (Paolo Villaggio). E’ l’Autore dei suoi spettacoli: “Un Baule troppo Animato!”, “Dream ON AIR” e “Cara Mary…”

Dal 2000 è baritono della Corale Polifonica Cascinese

Paolo Bianca insegna dizione e recitazione nel suo Corso “Chi è di Scena!” che tiene presso la scuola Arte Danza di Cecina.

Da Marzo 2016 Paolo interpreterà per un anno il ruolo di “Koukol” nel Musical “Tanz der Vampire”, prodotto da Stage Entertainment nei più grandi teatri della Germania.

Tutte le info sul sito: www.paolobianca.it

 

Uncategorized

SLURP di e con Marco Travaglio – venerdì 22 gennaio 2016 ore 21.00 – TEATRO ESAURITO!

SIAMO LIETI DI ANNUNCIARE CHE LO SPETTACOLO HA REGISTRATO IL TUTTO ESAURITO! GRAZIE A TUTTO IL NOSTRO PUBBLICO!

SLURP

LECCHINI, CORTIGIANI & PENNE ALLA BAVA

AL SERVIZIO DEI POTENTI CHE CI HANNO ROVINATI

di e con  Marco Travaglio

e con Giorgia Salari

regia Valerio Binasco

Una produzione Promo Music e Corvino Produzioni

Nel suo nuovo recital teatrale, tutto da ridere per non piangere, Marco Travaglio – con l’aiuto dell’attrice Giorgia Salari, per la regìa di Valerio Binasco – racconta come i giornalisti, gli intellettuali e gli opinionisti più servili del mondo hanno beatificato, osannato, magnificato, propagandato e smarchettato la peggior classe dirigente del mondo, issando sul piedistallo politici incapaci di ogni colore, ma(g)nager voraci, (im)prenditori falliti che hanno quasi distrutto l’Italia e stanno completando l’opera. Cronache da Istituto Luce, commenti da Minculpop, ritratti da vite dei santi, tg e programmi di regime hanno cloroformizzato l’opinione pubblica per portare consensi e voti a un regime castale e molto spesso criminale che in un altro Paese sarebbe stato spazzato via in pochi mesi, e che invece in Italia gode dell’elisir di vita eterna.

Un recital terapeutico, un’arma di autodifesa, un antidoto satirico che ci aiuta a guarire – ridendo – dai virus del conformismo, della piaggeria, della creduloneria, dell’autolesionismo e della sindrome di Stoccolma che porta noi italiani a innamorarci immancabilmente del Nemico. Che ci rovina e ci rapina col sorriso sulle labbra, mentre noi teniamo la testa ben affondata nella sabbia.

Biglietti intero 20 € – ridotto 17 € – studenti/inoccupati 10 € – gradinata 10 € (+d.p.)

Prevendita presso gli uffici del teatro dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30, il mercoledì e il venerdì anche dalle 17 alle 19 (escluso 24 dicembre e festivi infrasettimanali).

prevendite sempre aperte circuito boxoffice e on line

biglietteria

 

 

Uncategorized

7 > 13 febbraio 2016 NARRAZIONI AFROPOLITANE Residenza artistica sui fenomeni migratori – A cura di Andrea Ciommiento, Arianna Carrer, Eugenio Papalia

7 > 13 febbraio 2016
NARRAZIONI AFROPOLITANE
Residenza artistica sui fenomeni migratori
A cura di Andrea Ciommiento, Arianna Carrer, Eugenio Papalia

Domenica 7 febbraio 2016 | H 10.30 > 18.30
Afropolitan LAB | Laboratorio teatrale gratuito (iscrizioni entro il 3 febbraio)

Sabato 13 febbraio 2016 | H 18.30
Presentazione studio teatrale e proiezione videoreportage

PRESENTAZIONE

La residenza artistica “Narrazioni afropolitane”, a cura di Andrea Ciommiento (regista e autore), Arianna Carrer (mediatrice interculturale) ed Eugenio Papalia (attore), avvierà un periodo di creazione ospite della Fondazione Sipario Toscana ONLUS con la proposta di un laboratorio teatrale intensivo aperto a tutti gli interessati (domenica 7 febbraio 2016, dalle 10.30 alle 16.30) sulle tematiche dei flussi migratori, delle identità miste e dell’appartenenza culturale intrecciando il punto di vista europeo al fenomeno delle migrazioni.

Durante il laboratorio sarà proposto un lavoro pratico di creazione collettiva a partire da materiali scritti, video e fotografici raccolti nelle sessioni laboratoriali precedenti in Francia, Italia e Africa. Le molteplici narrazioni permetteranno di ridefinire il teatro come spazio multitasking di condivisione e inclusione sociale su tematiche strettamente contemporanee.

A distanza di una settimana i curatori condivideranno un nuovo momento d’apertura per sabato 13 febbraio 2016 alle 18.30, con la presentazione di “Maschere bianche”, mise en espace (studio teatrale) nato dai diari di viaggio e la proiezione video di “Partir pour l’Europe, rester pour l’Afrique”, videoreportage realizzato in Africa con il sostegno dell’Alliance Franco-Sénégalaise.

APPROFONDIMENTI

Domenica 7 febbraio 2016 | H 10.30 > 16
AFROPOLITAN LAB | LABORATORIO DI CREAZIONE TEATRALE
A cura di Andrea Ciommiento, Eugenio Papalia e Arianna Carrer

Rivolto a tutti gli interessati e interessate: non è richiesta esperienza teatrale

PRESENTAZIONE
Afropolitan LAB è un laboratorio di creazione teatrale sulle identità miste, i flussi migratori e l’appartenenza culturale. La giornata prevista sarà l’occasione per lavorare in gruppo sulle tematiche che uniscono il punto di vista europeo al fenomeno delle migrazioni.

La metodologia proposta fa riferimento al ciclo di laboratori EduScé LAB condotti dal 2013 ad oggi in Italia e all’estero dal regista e autore Andrea Ciommiento, in luoghi come Officine Creative Ansaldo (Milano), Teatro dell’Orologio (Roma), Master Teatro nel Sociale – Sapienza Università (Roma), Istituto di Cultura Italiana (Bruxelles). Nel 2015 Afropolitan LAB è stato ospitato in Francia (Festival Interculturel Paris 8), Sénégal (Alliance Franco-Sénégalaise Ziguinchor) e Italia (Festival Through Landscape Udine / Ospiti in Arrivo Udine / AST Torino).

L’iscrizione prevede l’invio di una mail entro 3 febbraio 2016 a formazione.pampana@lacittadelteatro.it con: NOME, COGNOME, ETA’, CODICE FISCALE (per assicurazione), BREVISSIMA PRESENTAZIONE INFORMALE.
Sono richiesti penna/taccuino o computer portatile, vestiti comodi.

Info:
Ornella Pampana formazione.pampana@lacittadelteatro.it 050/6205732 (lun-ven 9.30-15.30)

Sabato 13 febbraio 2016 | H 18.30 > 19.30

Studio teatrale – mise en espace
MASCHERE BIANCHE
con Eugenio Papalia
drammaturgia Irene Von Dorigotti, Andrea Ciommiento, Arianna Carrer
regia Andrea Ciommiento

I bianchi atterrano in Africa. Dal primo scalo incontreranno le stesse sembianze dell’Europa con sciami di gente, insegne luminose e città pregne di luce elettrica. Quella che vedono non è l’Africa che si aspettano: banche, centri commerciali e acciaio si mischiano al traffico delle strade, eppure la gente si affanna trasportando tutto in testa. I bianchi cercano l’esotico e il primitivo ritrovandosi a bere Coca-Cola. Ma cosa rimane ordinatamente nero e bianco in questo continuo flusso di economie, persone e interessi?

Lo spettacolo sviluppa una drammaturgia nata dai diari di viaggio e dalle testimonianze raccolte tra Europa e Africa all’interno del progetto internazionale Afropolitan LAB.

Proiezione videoreportage
PARTIR POUR L’EUROPE, RESTER POUR L’AFRIQUE
di Andrea Ciommiento e Arianna Carrer
con il sostegno dell’Alliance Franco-Sénégalaise
lingua FRA / sottotitoli ITA

Partire per l’Europa o restare per l’Africa? Studenti, giovani artisti, cantastorie (“griot”) della tradizione popolare, donne impegnate nelle trasformazioni agricole e bambini dei “villages” compongono una mappatura sociale eterogenea per raccontare il punto di vista di chi non è mai partito dal continente africano.
Il videoreportage esplora le narrazioni legate ai flussi migratori e alle identità miste all’interno del progetto internazionale Afropolitan LAB che ha visto il sostegno dell’Alliance Franco-Sénegalaise nell’ospitalità di laboratori teatrali e nella raccolta di videointerviste in Sénégal al confine con la Gambia e la Guinea Bissau, nel cuore occidentale dell’Africa Nera.

Close