Eisbolè, invasioni, strappi, visioni
Fa. R.M. Fabbrica dei Racconti e della Memoria
di e con Fiamma Negri e Giusi Salis

Ispirato all’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo
15 dicembre 2017 ore 21

“Raccontare cosa accade nel mondo è fondamentale per ognuno di noi. Ci permette di capire e decidere. Ci regala libertà, perché il peggior nemico è il silenzio.”  Raffaele Crocco, Direttore Atlante delle Guerre e dei conflitti nel mondo

Chi subisce le violenze di guerre e conflitti di qualsiasi natura non è solo profugo, immigrato, povero, è una persona con progetti, desideri, affetti, emozioni, diritti.

La guerra può diventare banale, la quotidianità può dipanarsi in mezzo all’inferno: gioie, dolori, allegria, amore…

Dalle nostre case eventi lontani perdono complessità e si riducono a percezioni: invasione, lavoro rubato, pericolo, degrado, poverini, solidarietà, ci sono anche “quelli bravi”…

Mettere in scena una carta geografica, farla parlare attraverso diversi punti di vista, capire come, nel mondo, la realtà sia filtrata da sguardi e culture, come gli effetti vengano confusi con le cause, a volte per sbaglio a volte per scelta.

Eisbolè è emozioni, ironia, consapevolezza.

Eisbolè è una carta geografica che parla e diventa teatro, cinema corto e docufilm.

Una creazione di Fa.R.M., Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo & Associazione 46° Parallelo.

I temi dello spettacolo saranno inoltre presentati e discussi in un seminario pomeridiano che si terrà nel ridotto dalle ore 16.

 

Sito web ufficiale