Daily Archives

30/09/2018

Il più furbo
Domenica a teatro

IL PIU’ FURBO

Domenica 3 marzo 2019 ore 17

Teatro Gioco Vita

IL PIU’ FURBO

disavventure di un incorreggibile lupo

dall’opera di Mario Ramos
con Andrea Coppone
adattamento teatrale Enrica Carini, Fabrizio Montecchi
regia e scene Fabrizio Montecchi
sagome Nicoletta Garioni
con Federica Ferrari (dai disegni di Mario Ramos)
musiche Paolo Codognola
coreografie Andrea Coppone
costumi Tania Fedeli
luci Anna Adorno
assistente alla regia Katja Gorečan
realizzazione sagome Nicoletta Garioni, Federica Ferrari
realizzazione scene Sergio Bernasani

lo spettacolo è tratto dai libri di Mario Ramos Le plus malin,
C’est moi le plus beau e C’est moi le plus fort editi da l’école des loisirs, Parigi

Nel folto del bosco un grande e cattivo Lupo affamato incontra la piccola Cappuccetto Rosso e subito elabora (dopotutto lui è il più furbo) un diabolico piano per mangiarsela. Senza esitazioni, lo mette in pratica. Mentre si avvicina alla casa della nonna, pregusta già il pranzetto: sarà uno scherzo da ragazzi divorarsele entrambe…

Sembra l’inizio della favola che tutti conosciamo, almeno finché il Lupo (che si crede davvero il più furbo), non infila la rosa camicia da notte della nonna con tanto di cuffietta d’ordinanza, ed esce di casa… rimanendo chiuso fuori!
Così conciato e in attesa di elaborare un nuovo, geniale piano, al Lupo (che ancora si crede il più furbo), non rimane che nascondersi nel bosco.

Ma il bosco, ahimè, è un luogo molto frequentato, soprattutto dai personaggi delle fiabe, e il nostro Lupo fa imbarazzanti incontri (i Tre Porcellini, i Sette Nani, il Principe Azzurro, etc.) che mettono fortemente in crisi la sua vanità. Povero lupo! Tutti, invece di avere paura di lui, lo scambiano per un’innocua vecchietta. Per fortuna Cappuccetto Rosso è una bambina molto gentile e viene in suo aiuto. Eh sì, e lui che pensava di essere il più furbo!

Il più furbo è tratto da un libro di Mario Ramos, acclamato autore di libri illustrati per i piccoli. Il lupo protagonista di questa storia, suscita una simpatia sincera perché a fronte della sua declamata presunzione “io sono il più furbo”, si dimostra, nei fatti, sgraziato e goffo. Ridere di lui, in cui in fondo tutti ci possiamo riconoscere, è ridere di noi, e questo ci fa sentire tutti più umani.

Dai 3 anni

Acquista biglietti online

Domenica a teatro

IL RE DEI PAVONI

LO SPETTACOLO SOSTITUISCE IL PRINCIPE CANARINO

domenica 24 febbraio 2019 ore 17

Pilar Ternera / NTC

IL RE DEI PAVONI

 da “Fiabe Italiane” di Italo Calvino
testo e regia di Francesco Cortoni
con Silvia Lemmi, Marco Fiorentini e Giacomo Masoni

Con questa fiaba la compagnia Pilar Ternera inizia il percorso Fiabe italiane. L’esigenza di lavorare sul proprio patrimonio artistico nasce dalla voglia di esplorare storie poco conosciute, ma altamente affascinanti e coinvolgenti della nostra letteratura. La principessa, protagonista della fiaba, vuol sposare un principe diverso da quello proposto dalla famiglia reale. La sua determinazione la porterà fino in Perù dove alla fine regnerà sul regno dei Pavoni. La fiaba, con una grande potenza visiva, è un invito al rispetto delle diversità e all’incontro con l’altro e a mettersi in viaggio per aprirsi allo sconosciuto e allo straniero. Una fiaba che, nonostante i suoi anni, è fortemente attuale e che è importante raccontare ancora.

Dai 5 anni

Acquista biglietti online

Domenica a teatro

CARTA CANTA

domenica 17 febbraio 2019 ore 17

Scarlattine Progetti
Stradevarie, Campsirago Residenza

CARTA CANTA

di e con Soledad Nicolazzi, Enrica Pizzicori, Alessandra D’Aietti
con la collaborazione di Dalia Padoa
con il sostegno di Small size

Un uovo.
Si rompe e nasce qualcuno. E poi comincia il viaggio alla ricerca della mamma: nella terra, nell’acqua, nell’aria…

In scena c’è un grandissimo foglio, che viene dipinto e che scorre sotto gli occhi meravigliati dei bambini. Ci sono una pittrice, un’attrice, una percussionista e c’è tanta carta: che rotola come una palla, che nevica in mille pezzettini, che diventa ali, che prende vita disegnata.

Lo spettacolo è semplice, parla un linguaggio universale: il fare che racconta, piccoli rumori, qualche bella musica, la sperimentazione del materiale e le libere associazioni come nell’alba dei giochi dei bambini. Alla fine il grande foglio di carta viene srotolato, steso per terra e i bambini disegnano liberamente nelle grandi immagini che sono state tracciate durante lo spettacolo.

«Nella sua semplice esecuzione uno degli spettacoli più convincenti visti a Visioni di futuro, visioni di teatro, il festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia»

M. Bianchi, Rivista Eolo 2012

Da 0 a 5 anni

Acquista biglietti online

Domenica a teatro

SHH! WE HAVE A PLAN

Domenica 10 febbraio 2019

Fondazione Sipario Toscana Onlus

SHH! WE HAVE A PLAN

regia e adattamento Denise Rinehart
con Daniela Scarpari, Denise Rinehart, Ellie Young
luci Maurizo Coroni
musiche originali eseguite dal vivo Ellie Young
realizzazione scene Luigi Di Giorno
costumi Rosanna Monti
sarta Patrizia Bosi
realizzazione uccellini Elena Giampaoli

 

Tre amici avanzano nel bosco e cosa trovano? Un bellissimo uccello appollaiato su un ramo di un albero! “Hello birdie” esclama il piccolo. “Shh! We have a plan” lo zittiscono gli altri. Camminano furtivamente con i retini in aria. “Ready one, ready two, ready three, and go!” Mentre tutti i loro piani per acchiappare l’uccellino falliscono comicamente, presto diventa chiaro che il piccolo, con il braccio spiegato, ha un’idea migliore.
Lo spettacolo è pensato come un’esperienza altamente visuale per un primo approccio con la lingua inglese, ispirandosi al noto libro illustrato di Chris Haughton “Shh! We Have a Plan”. Il pubblico verrà trasportato in una performance avventurosa e poetica che unisce musica e narrazione creativa permettendo ai più piccoli di avvicinarsi all’inglese in modo dinamico, immaginativo e pieno di curiosità. Le attrici Denise Rinehart e Daniela Scarpari creano un’avventura fisica e ritmica accompagnate da Ellie Young al violoncello elettrico.

NOTA DI REGIA Movimento, musica e lingua
“Shh we have a Plan” usa movimento, musica e testo parlato per trasportare il pubblico in un’avventura magica. Questo spettacolo offre un’opportunità di introduzione allo stile del racconto fisico e al contempo un’interazione unica con la lingua inglese.
Il teatro offre una nuova dimensione nell’insegnamento dell’inglese, in un contesto vivo e spontaneo in cui gli spettatori sono costantemente coinvolti nell’azione e incoraggiati a partecipare. La nostra performance è stata creata appositamente per un pubblico di età compresa tra 3 e 8 anni.

Dai 3 anni

Acquista biglietti online

Close