Category

Uncategorized

Uncategorized

PISA FOLK FESTIVAL presenta "Furie de sanghe" di Fibre Parallele – mercoledì 16 dicembre ore 21.30 ingresso gratuito.

MERCOLEDì 16 Dicembre Città del Teatro di Cascina (PI)
ORE 21:30 | Furie de sanghe | TEATRO
Fibre Parallele
Testo di Riccardo Spagnulo
Regia e spazio di Licia Lanera
Furie de sanghe significa, in dialetto barese arcaico, emorragia cerebrale. Furie de sanghe è un pensiero, è un verme, anzi un capitone che cresce nella testa, diventa possente, si agita nervoso, cerca una via d’uscita. Furie de sanghe sono i cattivi pensieri, le fissazioni. Quando l’emorragia scoppia è sangue che si versa, è dolore, rumore, ammutinamento. Quella che vogliamo raccontare è una Bari, archetipica e infelice, un pezzo di terra che puzza di pesce andato a male e che si brutalizza per la sua ignoranza, che stupra l’umano con la sua violenza. Una famiglia di tre persone e un capitone. Arriva una nuora indesiderata e allo stesso tempo molto desiderata: è scompiglio, cattiveria, amplificazione della piccola violenza quotidiana.
In collaborazione con la Fondazione Sipario Toscana onlus – la Città del Teatro di Cascina e l’Associazione Ritmi Meridiani
Con il contributo dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio – sede di Pisa

INGRESSO GRATUITO

Uncategorized

TEATRO MERIDIONAL ALLA CITTA' DEL TEATRO DI CASCINA – UN'OCCASIONE PER VIVERE IL TEATRO IN LINGUA SPAGNOLA DAL 3 AL 5 DICEMBRE 2015

TEATRO MERIDIONAL ALLA CITTA’ DEL TEATRO DI CASCINA (Pisa)

UN’OCCASIONE PER VIVERE IL TEATRO IN LINGUA SPAGNOLA

Alla Città del Teatro arriva il Teatro Meridional dal 3 al 5 dicembre 2015

Negli ultimi vent’anni il Teatro Meridional ha avuto un ruolo importante, un’avventura che parla da sè: cortometraggi presenti in celeberrimi palmarés, documentari per la televisione, un primo lungometraggio e più di trenta spettacoli che hanno ricevuto gli applausi di quattrocentocinquantamila spettatori in cinquecento teatri di una ventina di paesi.

La linea creativa si basa sul lavoro rigoroso dell’attore nella ricerca della complicità con lo spettatore, così come su una scommessa per le tematiche trattate, ma sempre da una visione della realtà non priva di umorismo e ironia, che hanno consentito a Teatro Meridional di guadagnarsi un posto nel panorama creativo spagnolo.

Il Teatro Meridional, con la sua esperienza multidisciplinare, proporrà alla Città del Teatro nei giorni 3 e 5 dicembre un percorso pratico sull’arte scenica, accompagnato da proiezioni di film e cortometraggi. Il laboratorio, sarà tenuto da Alvaro Lavin (attore e produttore) e Stefano Filippi, con la partecipazione di Julio Salvatierra e Marina Seresesky (attrice e regista).

Venerdì 4 e sabato 5 dicembre alle 21.00 porterà alla Città del Teatro due spettacoli in lingua spagnola:“MIGUEL HERNÁNDEZ” e “QFWFQ. UNA HISTORIA DEL UNIVERSO” . Costo del biglietto 5 euro.

Venerdì 4 dicembre alle 21 sarà in scena “MIGUEL HERNÁNDEZ”, uno spettacolo basato sulla vita e le opere di Miguel Hernández, adattando testi e poesie di quest’ultimo. Con la collaborazione di Herederos de Miguel Hernández e Centenario Miguel Hernández S.L.

SINOSSI

“Miguel Hernández riceve la visita dei suoi fantasmi. Josefina, la moglie; Ramón Sijé, l’amico d’infanzia; Pablo Neruda, amico e ammirato poeta; e una misteriosa donna che forse conobbe a Madrid… Si sono tutti radunati nella prigione di Alicante, in cui Miguel passa gli ultimi giorni della sua vita…

Questa visita ci trascina direttamente nel passato, dagli anni della giovinezza del poeta, agli anni della Repubblica, a quelli della guerra, in un viaggio appassionato per i versi della vita, dell’amore e della morte. Perché Miguel deve decidere, in prigione e sotto pressione, e scegliere l’opzione più adatta in un antico dilemma fra coscienza e vita.

Una decisione che segna lo spettacolo come ha segnato la sua vita e la sua opera, sempre in conflitto fra radici e ali, fra origini umili e aspirazioni artistiche; fra l’amore di Josefina e quello delle donne istruite che conosce a Madrid; fra accudire e abbracciare la sua famiglia e approfittare di una sorprendente scarcerazione per emigrare verso la libertà; fra il matrimonio e la coscienza politica… Miguel Hernández, poeta del compromesso, fra due generazioni letterarie, fra due tipi di Spagna, ma sempre stabile in un’umanità totale.

In tutte le produzioni della nostra compagnia i denominatori comuni sono sempre state la preoccupazione primaria per il lavoro d’interpretazione dell’attore e la scelta di proposte che ci consentano di trattare gli argomenti che ci coinvolgono maggiormente.

Le musiche (bellissime) composte da Óscar Sánchez per diversi frammenti della poesia di Miguel Hernández sono cantate in scena dagli attori, cercando così un mezzo attraverso il quale trasmettere quella magia che contraddistingue i versi e allo stesso tempo servire da veicolo di emozioni. “

Interpreti:

Álvaro Lavín – Miguel Hernández

Esteban Pico – Ramón Sijé

Chani Martín – Pablo Neruda

Elvira Cuadrupani – Josefina

Marina Seresesky – Ella

Testo: Julio Salvatierra

Regia: Marina Seresesky e Álvaro Lavín

Musiche: Óscar Sánchez Zafra

Canto: Laura González

Editing delle immagini video: Julio Salvatierra

Costumi: Ana Llena

Luci: Luis Perdiguero

Produzione: Teatro meridionale

Con la collaborazione di INAEM. Ministero dell’Istruzione, della Cultura e dello Sport.

Sabato 5 dicembre alle 21.00 Teatro Meridional sarà in scena con “QFWFQ. UNA HISTORIA DEL UNIVERSO”

Lo spettacolo è un viaggio meraviglioso fra i momenti più significativi della formazione dell’Universo, dal Big Bang alla scoperta della riproduzione sessuata, narrato da un’umile famiglia che si trovava lì.

Dalla penna che ha scritto una delle serie di racconti più fantasiosi e sorprendenti del XX secolo, una semplice famiglia di contadini ci narra la nascita dell’Universo, la condensazione della materia e la formazione della luce e delle stelle. Poi, con più calma, l’origine della vita, del sesso, ovviamente, e il racconto di quel tempo in cui la luna passava talmente vicina alla terra che ci si poteva salire sopra con un salto, prima che le maree la allontanassero.

Non si tratta di teatro dell’assurdo, né di teatro-fantascienza, si tratta fondamentalmente di umorismo. L’umorismo di un Calvino ricco, raffinato, poetico e intelligente.

Interpreti:

Álvaro Lavín

Chani Martín

Marina Seresesky

Elvira Cuadrupani

Regia • ALVARO LAVÍN

Copione e Adattamenti • JULIO SALVATIERRA

Musica • OSCAR SÁNCHEZ ZAFRA

Produzione • MARIO VEGA

Costumi • GUADALUPE VALERO / ANA LLENA

Satoria • GUADALUPE VALERO Y ANA LLENA

Scenografia • TEATRO MERIDIONAL

Luci • LUIS PERDIGUERO

Audiovisivi • JULIO SALVATIERRA

Con la collaborazione di INAEM. Ministero dell’Istruzione, della Cultura e dello Sport.

Biglietto 5 euro.

Le sere di spettacolo la biglietteria aprirà alle ore 20.00

Uncategorized

Nico Gori & il PisaJazz Swing 10tet per il CONCERTO DI CAPODANNO 1 gennaio 2016 ore 17.30

CONCERTI D’INVERNO è il titolo della nuova rassegna promossa dal Comune di Cascina in collaborazione con La Città del Teatro/Fondazione Sipario Toscana.

–        Nel  Concerto di Capodanno (venerdì 1 gennaio 2016 ore 17.30, Sala Piccola del teatro, ingresso € 5,00) si esibiranno Nico Gori & il PisaJazz Swing 10tet.

La formazione composta da Nico Gori (clarinetto), Mattia Donati (chitarra e voce), Michela Lombardi (voce), Iacopo Crudeli (voce), Renzo Cristiano Telloli (sax alto), Leonardo Victorion (sax tenore), Alessio Bianchi (tromba), Silvio Bernardi (trombone), Piero Frassi (piano), Nino “swing” Pellegrini (contrabbasso) e Vladimiro Carboni (batteria), presenterà un repertorio formato da brani della tradizione delle storiche big band, di autori come Benny Goodman e Count Basie e originali dello stesso Gori, sempre ispirati alla tradizione swing degli anni ’30 e ’40.

 La Direzione Artistica dei Concerti d’Inverno è curata da Piergiorgio Pirro.
Formatosi al Conservatorio “U. Giordano” di Foggia studiando pianoforte e composizione, pubblica il suo primo lavoro su disco, Monome, per la Konnex Records nel 2012. Collabora per anni con la rassegna Jazz Wide Pisa, divenendo direttore della Wide Orchestra di cui è autore dei brani insieme a Silvia Bolognesi, Mauro Avanzini e Beppe Scardino. Nel 2013 fonda i More Sundays insieme alla cantante Elisabetta Maulo, il sassofonista Beppe Scardino e il trombonista Tony Cattano: la musica del quartetto, pubblicata nel CD Early del 2015, getta un ponte tra il jazz delle origini e il linguaggio improvvisativo contemporaneo.

Info e prevendita: La Città del Teatro di Cascina. Tel. 345 8212494 – biglietteria@lacittadelteatro.it.
ORARIO PREVENDITA: lunedì-venerdì dalle 10.30 alle 12.30; mercoledì e venerdì anche dalle 17.00 alle 19.00, escluso festivi ed il 24 dicembre.

Info: Comune di Cascina Tel. 050 719286

Close