THE MATCH BOX
di Frank McGuinness
traduzione Carlo Emilio Lerici
con Francesca Bianco
disegno sonoro Giuseppe D’Amato
aiuto regia Benedetta Nicoletti
special thanks Nicole Jallin
regia Carlo Emilio Lerici
produzione Teatro Belli / La Comune Bolzano

Come può una madre affrontare l’assassinio di un figlio?
E’ questo il doloroso interrogativo al centro di uno dei testi più apprezzati del celebre drammaturgo irlandese Frank McGuinness.
In un luogo indefinito, ma isolato dal mondo, una donna passa il suo tempo accendendo fiammiferi e guardandoli bruciare.
La donna ripercorre la sua vita, rivelando una storia fatta di lutto, dolore, forza, ed infine, irrimediabile senso di colpa.
Sua figlia Mary, appena dodicenne, ha perso la vita durante uno scontro a fuoco tra bande rivali, in cui si è ritrovata per caso. I presunti colpevoli, mai sottoposti a processo, sono morti in un incendio doloso.
Quella che all’inizio sembra un’opera sul lutto si evolve in un racconto sulla giustizia, la vendetta e l’esilio, evocando quel tragico ciclo di violenza che Frank Mc Guinness, grazie alla sua attività di traduttore di tragedie greche, conosce bene.
Sal, con il suo movimento incessante, non sta realmente giocando con il fuoco, ma sta giocando con la vita, vista come una debole e fragile fiammella.
E questo gioco non potrà non coinvolgere emotivamente lo spettatore.