poco-più-poco-meno

LIVIA CASTELLANA
POCO PIÙ, POCO MENO
di Aldo Nicolaj
regia di Carlo Emilio Lerici con Livia Castellana
8 marzo 2018
FESTA DELLA DONNA

Una donna ha perso la memoria, non ricorda più nulla di sé e cerca di ricostruire la propria vita, ma la fantasia è più forte. Le emozioni si alternano in maniera travolgente, per cercare di sbrogliare i fili intrecciati nella sua mente. Una donna che non ricorda se ha avuto una casa, un marito e dei figli. Una donna che ricorda solo i colori. Forte e fragile, ironica e vulnerabile. “Una donna della mia età, quale età? Quella che mi danno. Cioè? Il dottore pensa sia sulla cinquantina … poco più poco meno”.

Aldo Nicolaj

Commediografo versatile e prolifico, con le sue opere ha accompagnato l’evoluzione storica e sociale della seconda parte del novecento, osservando la realtà con sottile ironia e moderato pessimismo. Con i suoi testi è passato dal simbolismo al neorealismo, dal surrealismo intimista al teatro della crudeltà e dell’assurdo, sintonizzandosi perfettamente con le diverse tendenze che si sono manifestate nel mondo della scrittura teatrale. La sua produzione è cominciata con opere di impegno sociale (osteggiate dalla censura dell’epoca) per continuare con lavori apparentemente più sorridenti, ma che costituiscono sempre una critica ironica e graffiante del costume e del modo di vivere del nostro tempo. Oltre che in Italia, le opere di Aldo Nicolaj continuano ad essere molto rappresentate all’estero, i suoi testi sono tradotti in 25 lingue.

Biglietti su Boxol