Category

Notizie

Notizie, Spettacoli

SHH! WE HAVE A PLAN

Domenica 10 febbraio 2019

Fondazione Sipario Toscana Onlus

SHH! WE HAVE A PLAN

regia e adattamento Denise Rinehart
con  Denise Rinehart, Daniela Scarpari, Ellie Young
luci Maurizio Coroni
musiche originali eseguite dal vivo Ellie Young
scene Cristian Biasci
realizzazione scene Luigi Di Giorno
collaborazione realizzazione scene Claudia Castriotta
oggetti di scena Cristian Biasci
costumi Rosanna Monti
sarta Patrizia Bosi

Continue reading

Notizie, Spettacoli, Uncategorized

It’s app to you – o del solipsismo

sabato 2 febbraio 2019 – ore 21

Compagnia Bahamut

IT’S APP TO YOU – O DEL SOLIPSISMO

da un’idea di Leonardo Manzan
di e con Andrea Delfino, Paola Giannini, Leonardo Manzan
regia Leonardo Manzan
drammaturgia Camilla Mattiuzzo
scenografia e costumi Bahamut
illustratore Rocco Venzani Compagnia Bahamut

spettacolo Vincitore Bando Inbox 2018

Un teatro. Un videogioco interattivo. Un omicidio da risolvere. 46 si risveglia in una stanza, sul pavimento una pistola e del sangue, è appena stata assassinata ma ha ricordi confusi. Non le resta che scoprire l’assassino e vendicare la sua morte. “It’s app to you” l’applicazione che 47, spettatore inconsapevole selezionato dalla platea, deve scaricare per connettere il proprio smartphone al videogioco e poter guidare 46 nello svolgimento delle indagini.

Le indagini cominciano, ma sembra una storia senza capo né coda. Tutto sembra portare 47 ad una sola sentenza finale: 46 si è suicidata. Così, per risolvere il gioco ed uccidere l’assassino, non può fare altro che uccidere nuovamente 46. La partita però non termina, la missione non è compiuta. Algoritmo, che dalle regia detta le regole del gioco e muove i fili a proprio piacimento, decreta il “Game Over”.

Il gioco ricomincia daccapo. Stesso caso, stesse indagini, ma stavolta qualcosa è cambiato: 47 si copre all’interno del gioco, giocatore e contemporaneamente personaggio della storia. Portando a termine la prima partita si è macchiato dell’omicidio di 46. Algoritmo, dalla regia, si gode lo spettacolo di sua creazione. La finzione, come spesso accade ha divorato la realtà. Lo scopo del gioco rimane lo stesso: uccidere l’assassino.


Spettacolo selezionato tra i vincitori della III edizione del Bando Giovani Direzioni, promosso dal Centro Teatrale MaMimò, in collaborazione con Scuola Paolo Grassi di Milano, Comune di Cernusco sul Naviglio, Karakorum Teatro di Varese, Residenza Ilinx arium di Inzago, Manifattura K di Pessano con Bornago, all’interno del Progetto FUNDER 35, e realizzato con il contributo della Fondazione Cariplo.

 

Acquista biglietti online
Notizie, Spettacoli

I GUAI DI PULCINELLA

domenica 27 gennaio 2019 – ore 17

Compagnia la Luna nel Letto/Ass.Cult. Tra il Dire e il Fare
Teatri Abitati – Residenza di Ruvo di Puglia

I GUAI DI PULCINELLA

di Marco Manchisi
con Marco Manchisi e Santo Marino
luci Michelangelo Campanale
maschere Stefano Perrocco di Meduna
tecnica Cristina Carbone

Pulcinella, nato mezzo uomo e mezza gallinella, è servo di Zappalà, padrone severo ed esigente. Combina guai su guai e sono botte. Ma questa volta pulcinella l’ha fatta grossa e finirà fritto in padella. Mentre il padrone Zappalà sta preparando il sughetto per condirlo, dal mercato arriva Truffaldino, una nuova maschera che aiuterà Pulcinella a salvarsi.

Pulcinella finalmente può giocare a fare il padrone…e i l padrone per una volta il servo.
Pulcinella è una creatura che vive bisognosa di affetto e fiducia, sognando il suo padrone ideale, che non lo bastoni soltanto, ma che pure lo accarezzi e ogni tanto lo coccoli un po’.

Proporre ad un pubblico di bambini le disavventure di un Pulcinella sotto la tirannia di un padrone senza cuore e mostrare con quanto impegno la maschera provi a scardinare quella durezza di sentimenti, è utile per aprire una riflessione semplice contro l’odio e la guerra, a favore di un riequilibrio sentimentale tra chi domina e chi è dominato, per una fratellanza pacifica e senza confini.

Lo sprito fanciullesco, ingenuo e diretto con il quale questo Pulcinella vuol far breccia nell’animo del padrone Zappalà, permetterà ai bambini di assaporare le vicende di un servo, attraverso gestualità e sonorità tipiche di una tradizione antica.

teatro d’attore • dai 5 anni

 

Notizie, Spettacoli

Il violino di Auschwitz

Primo studio

una produzione Fondazione Sipario Toscana onlus

tratto dal racconto di Anna Lavatelli
adattamento, regia , scene e luci Cristian Biasci
visual designer Raffaele Fiorella
con Danilo Sacco – voce
Annamaria Fornasier – violino
Massimo Signorini – fisarmonica

In occasione della Giornata della MemoriaContinue reading

Close